martedì 9 ottobre 2018

Le tappe della salute femminile: per ogni età uno stile di vita



Esistono tre grandi capitoli nella vita di una donna: adolescenza, maturità sessuale e gravidanza, menopausa. Attenzioni diverse, prevenzione diversa.

Tra i principali macrotemi troviamo: il movimento (è necessario fare attività fisica con particolare riguardo alle fasi della gravidanza e della menopausa); la corretta nutrizione (un corretto stile alimentare significa un equilibrio tra i diversi componenti della dieta e soprattutto la loro quantità) e le Fake News sulla sicurezza degli alimenti (è necessario informare le consumatrici sull'effettivo livello di sicurezza degli alimenti, con particolare riguardo alle fasce di popolazione maggiormente esposta al rischio di malattie a trasmissione alimentare o a fenomeni di tossicità, come donne in gravidanza e prima infanzia).

Tutelare la salute della donna è qualcosa che va al di là del singolo, vuol dire tutelare la salute di un’intera famiglia e di tutta la collettività. In Italia le donne, infatti, svolgono un ruolo strategico per l’adozione di stili di vita corretti e salutari in ambito domestico; intorno a loro quotidianamente ruotano la prevenzione, la cura e l’assistenza dell’intero nucleo familiare.

In questo contesto, la prospettiva di genere rappresenta un fattore strategico di qualità, nonché un prezioso valore aggiunto per il sistema salute.

Leggi l'opuscolo informativo Benessere donna

Leggi l'OPUSCOLO ALIMENTAZIONE SICURA IN GRAVIDANZA

Clicca QUI se vuoi saperne di più sui 5 punti chiave dell'OMS per alimenti più sicuri

mercoledì 19 settembre 2018

Le 10 regole prima di consumare i funghi raccolti

Con l’arrivo della stagione dei funghi ricominciano ad essere disponibili gustosi piatti che però, come per gran parte dei cibi, richiedono alcune attenzioni per evitare di incorrere in sgradevoli inconvenienti.

Le intossicazioni da funghi infatti rivestono nell’ambito delle intossicazioni alimentari un rilevante interesse epidemiologico in quanto ogni anno, con andamento strettamente stagionale, si verificano avvelenamenti che possono, in qualche caso, risultare mortali o portare al trapianto d’organo (rene o fegato).

mercoledì 11 luglio 2018

Le 10 cose che un viaggiatore dovrebbe evitare a tavola

Provare le specialità gastronomiche tipiche di paesi diversi dal proprio è sicuramente molto divertente. Tuttavia si stima che il 20-70% delle persone che partono per un viaggio all'estero vada incontro a disturbi di qualche tipo. 

Per evitare quindi che la vacanza diventi un incubo, prima di partire (soprattutto se la meta è un paese tropicale), è bene informarsi su quali cibi possono essere consumati in tutta tranquillità e quali, invece, è meglio evitare.

Leggi i 10 consigli che un viaggiatore dovrebbe seguire per mangiare sicuro:










lunedì 9 luglio 2018

Allarme Listeria nel minestrone: niente panico!

In questi giorni, a seguito del riscontro di casi di listeriosi umana in alcuni Paesi europei, le aziende Findus e Lidl hanno deciso, in via del tutto precauzionale, di ritirare e richiamare dal mercato alcuni prodotti a base di verdure surgelate a rischio di contaminazione da Listeria monocytogenes.

Potete consultare i lotti dei prodotti ritirati sui siti della Findus e della Lidl.

Listeria monocytogenes è un batterio molto pericoloso: se ingerito può causare una infezione molto grave (oltre 10% di mortalità anche con le migliori cure), specialmente nelle persone più deboli, negli anziani, nei bambini e nelle donne gravide.

Nonostante ciò, in questo caso non esiste davvero nessun motivo per allarmarsi.

Non c'è nessun pericolo.

Non gettate via gli alimenti congelati.

Il perchè è semplice: Listeria monocytogenes resiste bene al sale e alle basse temperature, ma siccome la maggior parte della gente ha l'abitudine di mangiare il minestrone surgelato solo dopo averlo fatto bollire per alcuni minuti, sicuramente il batterio non sopravviverà più di qualche secondo.

Vi ricordiamo che al momento non risultano focolai di infezione in Italia ed il ritiro dei prodotti è stato effettuato esclusivamente in via precauzionale.

Per approfondimenti leggi l'articolo sul sito del CeIRSA.